LE NOSTRE CASE HISTORY

 
Loading...

Aipem: con un look da Maestro, DRIVEvolve riposiziona il brand

<< BACK
  • Aipem: con un look da Maestro, DRIVEvolve riposiziona il brand

PREMESSA

DRIVEvolve intende posizionare la sua immagine e gli elementi competitivi che caratterizzano i suoi servizi nell’ambito della gestione innovativa delle flotte aziendale, in maniera maggiormente distintiva sul mercato anche in comparazione con quanto normalmente offerto oggi dalle società competitrici in termini di efficienza e di maggior risparmio.

Contestualmente alla creazione di una nuova brand identity Drivevolve si attende dall’agenzia anche una maggiore attività di lead generation da sviluppare in ambito digitale attraverso i canali posseduti.

FILOSOFIA DELLA COMUNICAZIONE

Forti del principio che un utente, ancor prima della funzione, compra l’immaginario e, quindi, assimila il concetto di marca seconda la capacità di quest’ultima di esaudire le sue aspettative, Aipem ha utilizzato per Drivevolve la metafora del “direttore d’orchestra” cioè del Maestro che tutto conosce del suo lavoro e che possiede la capacità di dirigere e creare le giuste armonie, qualsiasi sia la composizione dei suoi orchestrali. Esattamente quello che riesce a fare Drivevolve nella gestione delle flotte azionale di qualsiasi tipo di composizione e funzione.

A supporto della scelta stilistica i creativi dell’agenzia hanno inteso rafforzare la visione e la missione dell’azienda con sul claim “un'esecuzione perfetta” contribuendo alla formazione di un visual di campagna di autentico valore.

STRATEGIA DELLA COMUNICAZIONE

Il visual creato da Aipem sarà l’elemento caratterizzante di tutto l’ecosistema di comunicazione che Drivevolve andrà a realizzare nel prossimo futuro in ambito off e online secondo una pianificazione aperta e modulabile che seguirà gli sviluppi commerciali dell’azienda e l’evolversi dei ritorni.

La produzione dei contenuti nella varie declinazioni possibili saranno coordinati dal team che ha generato la key idea: Maurizio Clemente copywriter, Stefano Mainardis arti director, Claudio Zuzzi vedo maker e Nicola Donda digital strategist.