Loading...

INTELLIGENZA ARTIFICIALE: È IL FUTURO ANCHE PER IL MARKETING MA IN POCHI LA USANO

  • INTELLIGENZA ARTIFICIALE: È IL FUTURO ANCHE PER IL MARKETING MA IN POCHI LA USANO

Uno dei temi che sempre più spesso si ritrova nelle conversazioni on line o sulla stampa è quello dell’intelligenza artificiale. Resta però sempre un po’ vaga la sua definizione e, ancor di più, gli esempi della sua applicazione nel mondo imprenditoriale. Certo sono sempre di più le case private nelle quali si ritrova Alexa o un altro assistente virtuale, anche se forse senza uno sfruttamento pieno delle sue potenzialità. Nelle imprese questa la situazione si ripresenta con caratteristiche simili.

Stando a una recente rilevazione i cui risultati sono stati riportati da Inside Marketing “il 77% dei responsabili delle aziende in Italia crede nell’importanza dell’applicazione dell’IA all’organizzazione, il 52% dei business leader ammette che questa conoscenza non è diffusa all’interno della propria azienda e che il concetto di IA non risulta ancora chiaro a molti”. 
Da quanto si comprende leggendo le risposte degli intervistati da questa rilevazione effettuata dall’Osservatorio Italiano sull’Artificial Intelligence Marketing e promossa da IULM, anche i professionisti del marketing rivelano una conoscenza abbastanza limitata del rapporto tra intelligenza artificiale e marketing. E sembra non abbiano consapevolezza del potenziale di applicazione al contesto aziendale della stessa intelligenza artificiale.

C’è da sottolineare che il 74% degli intervistati sapeva che è possibile integrare intelligenza artificiale e marketing, ma solo il 52% dei marketer conoscevano il significato più accurato dell’espressione “intelligenza artificiale". Al resto del campione erano noti concetti come robot, chatbot e big data ma non avevano chiarezza su come metterli in relazione all’intelligenza artificiale. Ma gli algoritmi intelligenti cosa possono fare per far evolvere il marketing, le strategie, gli strumenti e, soprattutto, i risultati, visto che è poi questo ciò che interessa a tutti?
Partiamo dal presupposto che c’è una vera e propria disciplina che si occupa di queste tematiche e viene indicata col nome di marketing automation.

Già nel 2018 è stato evidenziato che i budget assegnati alle nuove tecnologie dai dipartimenti di marketing hanno in media una consistenza di investimenti pari a quello dei reparti IT. E la tendenza alla crescita è evidente e dimostrata. Infatti il marketing digitale è strettamente collegato alle ultime tendenze tecnologiche che permettono di lavorare su campagne di promozione online o su e-commerce, direttamente governate da algoritmi intelligenti. Questo potenzia le dinamiche di personalizzazione che sono un elemento fondamentale per l’evoluzione del rapporto tra chi offre servizi o prodotti e il pubblico.

I risultati? Aumento del tasso di conversione dei consumatori (63%), e miglioramento della loro esperienza (61%).
È di particolare interesse allora per i professionisti del marketing non solo conoscere in modo approfondito il concetto di intelligenza artificiale e le potenzialità che esso porta con sé. Ma per chi opera nel nostro settore è strategico anche entrare di più nello specifico del rapporto tra intelligenza artificiale e marketing: non a caso a questo rapporto è dedicata una vera e propria disciplina di settore, dalle opportunità ancora tutte da esplorare.