IL NEUROMARKETING E LE NUOVE FRONTIERE PER ATTRARRE I CONSUMATORI.

Guido_Tonizzo

Guido Tonizzo

Marketing Coach & Mind Expert

Cosa vogliono realmente i consumatori?

È la domanda che sempre più imprese si pongono, nella loro ricerca sempre più pressante di un marketing NUOVO, che vada oltre lo standard e che le possa distinguere. La ricerca di una risposta efficace ha aperto le porte a un mondo di studi e di investimenti. Eppure, nonostante di soluzioni interessanti ve ne siano, spesso nella pratica si applica una mentalità ancora arretrata.

Citando il libro Neuromarketing (Torres) “Uno dei maggiori errori di pensiero da parte dei direttori di marketing è l’idea che i consumatori basino i loro acquisti principalmente su motivazioni razionali e logiche”.
Ma, come prosegue il testo, i possibili clienti di un prodotto non sono dei robot ed “è stato dimostrato da Gerald Zaltman, professore alla Harvard Business School, che solo il 5% del nostro pensiero è pienamente razionale, mentre il 95% è completamente inconscio”.

Il cervello.

Senza focalizzarsi sulle percentuali e sui termini in modo assoluto, è comunque significativo tenere presente che c’è un mondo, al di fuori della nostra consapevolezza, che determina e influisce sulla nostra vita e sulle nostre scelte, e ciò è stato studiato ed approfondito. Del resto: il cervello contiene circa cento miliardi di cellule nervose collegate tra loro da forse addirittura un quadrilione di sinapsi (Super Brain, Chopra/Tanzi, Sperling&Kupfer, 2013): una meraviglia della natura.

Come potremmo anche solo ipotizzare di aver tutto sotto controllo? Forse quel 5% è addirittura eccessivo ma, senza addentrarsi qui nella profondità delle nostre caratteristiche e potenzialità più insite, alla luce di quanto scritto fin qui la domanda “Cosa vogliono realmente i consumatori?” prende un valore ancora più denso di significato, e si scorge che la risposta richieda competenze complesse.

PNL e neuromarketing.

Discipline come la Programmazione Neuro Linguistica business oriented, il Neuro Marketing e figure quali il Marketing Coach che integra, tramite tecniche e metodologie, le proprie competenze sulla sfera della mente e della persona al mondo delle aziende e della comunicazione, si pongono come risposta innovativa alle aziende e agli operatori di marketing che hanno compreso che la differenza, oltre alla qualità dei propri prodotti, la fa la comprensione del proprio target di clienti in una misura se vogliamo ancora maggiore di quanto essi conoscano loro stessi, in relazione ai prodotti proposti.

Se ci pensiamo bene, il marketing è un dialogo tra menti. Se da un lato, parlando di brand identity, identifichiamo tutta una serie di azioni messe in campo dall’azienda per la propria immagine, che possiamo definire quindi con i termini immagine desiderata (ciò che l’azienda sceglie di condividere con il “pubblico” che si basa su come vuole essere vista) l’immagine, in senso più ampio, è poi quella percepita, quella che arriva agli altri e che va valutata in base al target (a chi sono questi “altri” che ci interessano). A proposito, Aipem ha una serie di case histories di successo che vi invito a consultare qui: https://www.aipem.it/case-histories/

Andando al sunto della questione, l’immagine percepita ha a che fare anche con i gusti dell’“audience”, le loro esigenze, i loro… pensieri. Quindi la brand image è strettamente collegata con i pensieri e le percezioni del nostro pubblico. La PNL, citando John Grinder: “esplora la relazione tra come pensiamo (NEURO), come comunichiamo sia verbalmente che non verbalmente (LINGUISTICA) e i nostri schemi di comportamento e emozione (PROGRAMMI)”, scelte comprese! Se ti interessa l’argomento, leggi anche l’articolo che abbiamo pubblicato sulla Programmazione Neuro Linguistica. Il Neuromarketing, riprendendo il libro già citato, unisce neuroscienze e marketing, per comprendere i meccanismi tramite i quali i consumatori effettuano le loro scelte di acquisto, in modo da effettuare strategie commerciali effettive.

Il ruolo delle emozioni e della creatività nel marketing

Una frase molto significativa, presente in un articolo di R. Micciulla, recita così: “Comunicazione, marketing e neuroscienze sono legate insieme dal filo conduttore delle emozioni”. Come molti esperti di marketing notano, viviamo nell’economia dell’attenzione, dove la sfida è catturare e mantenere l’attenzione degli utenti il tempo necessario per far passare un messaggio (ad esempio in ottica lead generation). E qui uniamo il cerchio:

L’attenzione può essere intercettata se accompagnata dalla giusta motivazione, in primis facendo leva sui pensieri e sulle emozioni.

Ciò è possibile solo se prima si comprende in profondità questi aspetti della sfera personale, e poi ogni azione di brand promotion andrà fatta in modo sempre più sopraffino in un mondo, quello del marketing e della comunicazione odierna, sovraffollato di messaggi che vengono percepiti come noise, rumore di fondo. Le potenzialità e le competenze di discipline come quelle sopracitate, lo si può riconoscere, rendono il gioco più interessante e danno la possibilità di raggiungere risultati anche ambiziosi, distinguendosi dal cosiddetto marketing standard e consentendo di capire cosa vogliono davvero i consumatori. Questi aspetti, uniti a capacità creative e di content marketing, svolte in modo altamente professionistico, sono alcune tra le principali carte vincenti.


Vuoi sapere come Aipem aiuta le aziende ad aumentare la propria competitività?
Scopri le nostre iniziative qui: https://www.aipem.it/coaching/

Bibliografia:
Neuromarketing (Torres)
https://spremutedigitali.com/marketing-e-neuroscienze-persuasione/
Trappole mentali (Motterlini, BUR, 2008)
Super Brain (Chopra, Tanzi, Sperling&Kupfer, 2012)

Guido Tonizzo
Formatore, Trainer PNL (Meta International, Frank Pucelik), Business & Mental Coach, Trainer in Personal Development Programs, Master in analisi Scientifica del linguaggio non verbale(NCS), New Code NLP Coach, Master & Practitioner PNL, formatosi poi in Stress management, Mindfulness, sviluppo delle potenzialità strategiche, e altre discipline, oltre che Ingegnere in Elettronica e Telecomunicazioni, autore per Tecniche Nuove e Caosfera Edizioni, musicista e conferenziere. Guido Tonizzo e Aipem si pongono insieme come struttura innovativa e unica, capace di seguire i propri clienti da ogni punto di vista sulle strategie di comunicazione, di branding, di reputazione aziendale, lean approach, team building e formazione, con professionalità, strumenti e competenze integrate che fanno la differenza.

Condividi questo articolo:
Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn
Share on whatsapp
WhatsApp
Share on email
Email